Lo sporco sotto al tappeto

È notizia di questa mattina che nella serata di sabato 25 marzo, un grave episodio di violenza criminosa ha scosso la città.La città sta attraversando da diversi mesi un clima di violenza e recrudescenza di fenomeni criminosi; bombe carta, rapine, “stese”, macchine incendiate. In via gino alfani uno dei principali luoghi di aggregazione giovanile, sono stati esplosi diversi colpi di arma da fuoco nei confronti di un giovane diciottenne che pare, dalle prime ricostruzioni, essere stato usato come scudo umano.
L’episodio di una gravità inaudita, ci invita a riflettere su una serie di questioni:
1) quale garanzia di sicurezza hanno i cittadini?
2) saranno state efficaci le tanto decantate e pagate a peso d’oro telecamere di sicirezza?
3) quali misure preventive sono state e saranno adottate per evitare il ripetersi di episodi simili?
Chiediamo un presidio permanente delle forze dell’ordine nelle principali zone di aggregazione cittadina e controlli più efficaci.
Chiediamo che venga posta in essere una dettagliata verifica ed umplementazione del sistema di video sorveglianza in particolar modo nelle aree di maggiore aggregazione cittadina, utile ad individuare, prevenire e perseguire gli episodi criminosi.
Torre Annunziata non può essere identificata solo con questo, ben altri dovrebbero essere i motivi di vanto, la bellezza dei luoghi non basta a coprire “lo sporco sotto il tappeto”

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *