La Giunta Regionale a guida De Luca cambia idea sulla seconda foce: s’adda fare!

Da seconda foce del fiume Sarno a scolmatore di foce la sostanza non cambia. La Giunta della Regione Campania, a guida PD, da un colpo di acceleratore per realizzare a Torre Annunziata, a via Solferino, la seconda foce del fiume Sarno, rimangiandosi quanto aveva affermato negli anni precedenti. “il Grande Progetto Sarno è vecchio e inadeguato” http://www.ilcorrierino.com/fiume-sarno-tutto-da…/515.html
La delibera di Giunta regionale n.282 del 23 maggio 2017 è fin troppo chiara: “occorre procedere tempestivamente nell’attivazione degli interventi”, uno dei quali è la realizzazione del Lotto 1 Scolmatore di foce Sarno.

Il finanziamento di 217 milioni di euro passa dalle mani di Arcadis all’ufficio speciale 60 06 00 al fine di assicurare la continuità di attuazione degli interventi, a valere sulle risorse POR FESR 2014-2020. Cambia l’asse di finanziamento, che diventa “prevenzione dei rischi naturali e antropici” ma resta la sostanza.

Un opera inutile perché esistono alternative e devastante per il territorio e per l’intera linea di costa torrese che vedrà definitivamente tramontare ogni decantato sviluppo turistico.

Il re è nudo, il PD getta la maschera e punta al malloppo. Rovigliano? Sviluppo turistico? La seconda foce del fiume più inquinato d’Europa portatore di un carico inquinante impressionante sarà, per sempre, un fiume che sfocia a via Solferino, a Torre Annunziata.

Grazie al PD di De Luca e al silenzio di tutti i candidati Sindaco di Torre Annunziata, Alfieri, Ascione e Telese, ai quali gli Amici di Beppe Grillo di Torre Annunziata chiedono un indirizzo politico chiaro, perché il silenzio è complice.

Condividi

Allegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *